Corriere del Web
9 Novembre 2013

TOILETPAPER, L’ARTE NEL QUOTIDIANO
Da venerdì 29 novembre VUEDU FACTORY ospita una eccezionale collezione di piatti, tazze, tovaglie e sapone nata dalla collaborazione tra il magazine di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari e l’azienda italiana di design Seletti.

Humor nero intimo di colori pastello: dall’incontro tra Seletti, azienda italiana di design, e Toiletpaper, il magazine di sole immagini di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari, nasce un’inconsueta e singolare collezione di piatti e tovaglie che, da venerdì 29 novembre, approda da VUEDUFACTORY, spazio polifunzionale di via Sperlinga 32 (zona Teatro Massimo) in città. L’eccezionale collezione, esposta da settembre al Moma di New York, è stata presentata in anteprima mondiale al Salone del Mobile di Milano aprile 2013, presso lo Spazio Rossana Orlandi. “Ospiteremo fino a gennaio una mostra unica nel suo genere – spiega soddisfatta Daniela Vinciguerra, proprietaria dello spazio polifunzionale VUEDU FACTORY – una selezione di immagini tratte dalla rivista diventano il motivo decorativo della collezione di design Toiletpaper wears Seletti: lo stura lavandini, il cavallo rampante, le dita mozzate e un’interpretazione pulp del celebre I LOVE YOU decorano tazze e bicchieri. Un pesce ripieno di pietre preziose e una tavola imbandita popolata di ospiti inattesi giganteggiano sulle tovagli. Humor e disegn e divertimento, elementi che contraddistinguono il lavoro di Cattelan da sempre”.

Latta e cerata, i materiali della collezione Toiletpaper wears Seletti, sono perfettamente in linea con lo spirito pop del magazine (in vendita durante la mostra): economico e diffuso, mai settoriale.

Dalla celebre collezione Estetico Quotidiano nata dieci anni fa, fino a Hybrid, con immagini della tradizione cinese e inglese della porcellana fuse in un unico oggetto, Seletti ha continuato a sorprendere e stupire ogni volta. E’ bastato un incontro di Seletti con Cattelan e Ferrari per entrare in una sintonia e condividere l’idea di mettere insieme materiali democratici e familiari come la latta e plastica ad immagini inaspettate. “Toiletpaper, uno stile non solo fotografico – afferma Maurizio Cattelan – Come le immagini del magazine, la collezione realizzata con Seletti ha un fascino vintage degli anni ’50. Per me e Pierpaolo Ferrari è importante che non si snaturi lo spirito della rivista ironica e inquietante al tempo stesso. Con Seletti alcune immagini sono riuscite a diventare veri e propri oggetti di successo”.

Share on